Fumare sigarette: che problemi provoca e i consigli per smettere

I problemi legati alle sigarette

Malattie polmonari. Il primo e più grave problema che vien riscontrato dopo un uso frequente di sigarette sono le malattie che colpiscono il sistema respiratorio, in particolar modo i polmoni ma anche trachea, esofago, bronchi etc. Chi fuma regolarmente ha maggiori probabilità di sviluppare problemi ben più gravi della classica tosse presentano tutti i fumatori, non solo quelli incalliti.

Problemi a bocca, denti e gengive. N altro grave danno che i fumatori hanno è quello a bocca, denti e gengive. La bocca non riesce più a distinguere bene i sapori e l’alito è sempre cattivo. I denti si ingialliscono, come anche le dita che portano la sigaretta alla bocca. Le gengive si ritraggono e si ha un maggiore sensibilità.

Fumo passivo. Chi fuma non fa del male solo a sé stesso ma può provocare danni a terzi soprattutto a chi gli sta più vicino, partendo dai bambini che non dovrebbero mai trovarsi vicino a un fumatore. Il fumo passivo provoca anch’esso danni ai polmoni.

Spesa altissima. Un altro motivo per cui si dovrebbe al più presto abbondonare le sigarette è la spesa che vien sostenuta ogni anno per il loro acquisto. È sufficiente fare un rapido calcolo per scoprire che all’anno si fumano dai 200 anche ai 500 euro. Smettere significa risparmiare e potersi permettere anche una vacanza!

Danni all’ambiente. Le sigarette, in ultima, sono anche dannose per l’ambiente poiché non si decompongono. Molti sono soliti gettare per terra i mozziconi anche in spiaggia, in montagna etc. senza persane che non si tratta di prodotto biodegradabili che perciò impiegano decenni e decenni per essere smaltiti.

Consigli per smettere

Cambiare sigarette. Un’idea che potrebbe aiutare a smettere è quella di sostituire le solite sigarette a cui si è abituati con delle altre sigarette che piacciono meno e che hanno anche un contenuto minori di nicotina, sostanza che crea dipendenza.

Fissare una data. È importante fissare degli obiettivi e date precise per raggiungerli, altrimenti smettere di fumare non sarà possibile. Entro una certa data si dovrà calare il numero di sigarette al giorno fino ad arrivare alla fatidica data dell’ultimissima sigaretta in assolto. Questo sistema aiuta a smettere in modo progressivo.

Togliere tutto quello che serve per fumare.  Un altro modo per aiutare chi vuole smettere di fumare è eliminare tutto quello che serve per fumare, iniziando dalle sigarette, passando per gli accendini e finendo con i posa ceneri in maniera da rendere difficile firmare ancora dato che mancano tutti gli strumenti.

L’antistress. L’uso di antistress può essere di grande aiuto per smettere con il fumo. Gli antistress possono esser diversi: ognuno troverà il suo, cioè quello che riesce di più a diminuire lo stress che spinge a desiderare una sigaretta.

Restare impegnato. La noia spesso è la leva che fa scattare la voglia di fumare e perciò trovarsi un hobby, anche semplice come disegnare o correre, può essere di grande aiuto per distrarsi e non avvertire la voglia di sigarette.

Per saperne di più, vai subito sul portale web www.come-smettere-di-fumare.it dove trovi in consigli migliori che ti aiutano a smettere di fumare.